­

Il mio stage

Ho svolto la mia attività di scuola-lavoro in un comune. Ho fatto varie attività: sostegno ai miei colleghi, compilare diverse fatture al computer per l’acquisto di merci e la riordinazione delle tangenti dell’anno 2014 ricevendo i complimenti del mio datore di lavoro per il compito svolto.

Mi sono trovato molto bene coi miei colleghi perché mi hanno subito accolto come uno di loro parlando con me e integrandomi nel lavoro. Mi è servito questo stage perché mi ha aiutato ad integrarmi nel mondo del lavoro e a cominciare ad entrare in quell’ottica e sono stato fortunato avendo trovato un ambito lavorativo ottimo dove mi piacerebbe tornare

Il mio stage

Ho partecipato ad alternanza scuola lavoro presso Hotel a Torino.
Mi sono trovata abbastanza bene e consiglierei quest’esperienza a chiunque voglia apprendere in modo pratico la materia di accoglienza turistica.

Il personale ha sempre cercato di farmi sentire a mio agio. Personalmente consiglierei di far avere un singolo tutor che segua lo stagista in modo tale da apprendere meglio senza confusione. Inoltre avrei preferito vivere l’esperienza accompagnata da un altro stagista anche non di mia conoscenza.

Il mio stage

Ho partecipato all’alternanza scuola lavoro presso un hotel in provincia di Torino. Il personale era abbastanza accogliente la titolare un po’ di meno nonostante sia stata lei a seguirci di più.

Durante le settimane di stage abbiamo imparato a registrare i clienti in questura, a compilare le fatture, a fare ricevute fiscali, ad utilizzare un programma per registrare i clienti in hotel, check in e check out, rispondere al telefono, gestire le prenotazioni di booking e far pagare i clienti.

In tutto questo siamo state seguite dalla titolare.

Non lo consiglierei come luogo in cui fare alternanza lavoro perché ti insegnano le cose ma in modo abbastanza superficiale quindi sinceramente non mi è piaciuto molto nonostante il posto fosse accogliente e con dei bravissimi e gentilissimi impiegati.

Il mio stage

Ho partecipato all’alternanza scuola lavoro presso un Hotel provincia di Torino. Ho fatto un’esperienza abbastanza bella, l’ultima settimana mi sono trovata malissimo, perché la mia compagna era andata via. Hotel a gestione familiare.

Posso dire di essermi trovata abbastanza bene, personale molto socievole, gentile, molto presente, tutto il contrario della proprietaria. La maggior parte dello stage sono stata seguita dalla proprietaria, come ho già detto non era molto socievole, però mi ha mostrato il lavoro che si effettua in hotel come ricevute fiscali, fatture,check in, check out, istat, rispondere al telefono, invio in questura e molte altre cose.

Come hotel dispone di una hall, un bar, non molte camere. Mi posso lamentare solo del comportamento della proprietaria e di certi sui comportamenti del resto ho passato tre settimane belle dove ho “imparato” a lavorate in una struttura alberghiera. La mia prossima esperienza spero di farla in un hotel piu “importante” dove posso confrontarmi anche con persone di altri paesi e imparare a parlare un’altra lingua oltre all’italiano.

Il mio stage

Ho svolto la mia alternanza scuola – lavoro presso l’Hotel Parisi di Nichelino.

Le mie mansioni erano per lo più svolte nel front office facendo il check-in e il check-out dei clienti, nella seconda settimana mi han fatto svolgere commissioni all’interno del back office, compilando fatture, ricevute e la compilazione della scheda cliente abituale.

A livello personale posso dire di essermi trovato a mio agio e le persone con cui lavoravo erano sempre disponibili nel eventuale domanda fatta, mi han fatto capire come è la vita in un hotel in sole tre settimane.

Per quanto riguarda il front office i miei compiti, appunto erano il check-in e il check-out, sono stati molto interessanti e diversi l’un l’altro a seconda del cliente, ed è stato bellissimo sentirsi un componente di un Hotel.

Il mio stage

Ho lavorato come stagista per tre settimane. Durante la prima settimana lavoravo con le fatture all’agro alimenta (locale dove producono panettoni e marmellate), durante la seconda e terza come segretario in ufficio, scrivendo
email ai clienti e i menu per il ristorante, andavo anche a fare commissioni. Con la gente del posto mi sono trovato alla grande perché sono persone eccezionali e spero di lavorare sempre con altre persone così, questa esperienza mi ha fatto sentire grande, spero in futuro di trovare il lavoro dei miei sogni (in albergo) e di viaggiare anche.

Il mio stage

Il mio stage di 3 settimane è stato magnifico. Il primo giorno sono stata accolta dal responsabile di tutto l’hotel, il quale mi ha spiegato brevemente cos’avrei fatto quelle 3 settimane e com’era gestito l’albergo.

Dal secondo giorno sono stata affiancata da una ragazza molto simpatica e disponibile che inizialmente mi ha fatto vedere tutto ciò che poi successivamente ho fatto io in autonomia. Principalmente ho risposto al telefono, check in, check out, rispondere alle email, compilare le prenotazioni e fare pagamenti.

Sicurambnte tornerò in quell’hotel perchè come esperienza mi è piaciuta tantissimo e mi ha fatto capire realmente cosa volesse dire lavorare in hotel,perchè a scuola ti spiegano approssimativamente com’è ma non è di certo la stessa cosa di viverla sulla propria pelle.

Concludo con il dire che quest’hotel è magnifico e lo consiglio vivamente a tutte le persone che volessero fare stage anche al di fuori della scuola.

Il mio stage

Ho svolto lo stage a Stresa, sul lago maggiore.

Per la prima settimana, dato che l’hotel era chiuso, mi hanno fatto svolgere dei compiti nel back office al computer, come per esempio aggiornare il calendario delle festività oppure creare delle presentazioni su power point per poi presentarle dal vivo spiegandole.

Dalla seconda settimana alla terza l’albergo era aperto temporaneamente per dei direttori d’azienda. In quel periodo, anche se poco, ho imparato tantissimo, inoltre non ho solo svolto il settore di ricevimento accogliendo i clienti accompagnandoli in camera, ma anche il settore di sala, servendo la colazione e praticare un po’ di inglese.

Il mio stage

Ho svolto delle ore di alternanza in un hotel di a Stresa.

Nell’ambito lavorativo mi sono trovata abbastanza bene; il personale era molto gentile con me, soprattutto il direttore, che ha aperto i miei occhi sul fare o no questo lavoro, ossia nell’accoglienza turistica.

Una pecca di quel posto erano gli alloggi per il personale, perché erano poco curati ed abbastanza scomodi.

Con me c’erano altri due stagisti, che non conoscevo, che non mi ispiravano fiducia. Però nel mondo del lavoro ci saranno sempre persone più simpatiche o meno.

Il mio stage

Ho partecipato all’alternanza scuola lavoro in un hotel a Torino.

Mi sono trovata benissimo perché i datori e il personale sono stati gentilissimi e durante l’esperienza mi hanno assegnati vari tutor perché ognuno gestiva la propria mansione.

Ho imparato ad usare il point of sale, fare le ricevute fiscali e le fatture, la contabilità delle carte e il check-in e il check-out.

Consiglio questa esperienza a chiunque perché ti insegna cos’è il mondo del lavoro.

Il mio stage

Ho partecipato alla mia esperienza scuola lavoro in un hotel in provincia di Torino.

Durante la mia esperienza sono stata affiancata da una dipendente dell’hotel che si occupava del front office, back office e contabilità.

Mi ha insegnato ad utilizzare diversi programmi al computer dedicati alle prenotazioni delle camere, al planning, alla comunicazione delle persone alloggiate online al portale della Polizia di Stato, la registrazione del cliente e check-in e check-out dei vari clienti .

Mi ha inoltre insegnato a eseguire scansioni delle fatture, a compilare i moduli dell’HACCP, a compilare le fatture per i clienti.

Inizialmente lei mi affiancava per aiutarmi ad eseguire correttamente i compiti che mi venivano assegnati ma poi con il passare del tempo sono diventata autonoma nell’eseguirli.

Alcune volte quando terminavo i compiti che mi erano stati assegnati aiutavo la governante nella pulizia delle camere.

Mi sono trovata molto bene sia con i titolari che erano disposti ad aiutarmi quando la dipendente non c’era in modo paziente e gentile, sia con la dipendente che mi ha insegnato con cura ogni cosa.

Io consiglierei quest’hotel per le future esperienze di scuola lavoro perché puoi imparare numerose cose e hai un aiuto costante da parte del tutor o dei dipendenti.

Il mio stage

Ho effettuato lo Stage in un’agenzia di viaggi.

Il primo giorno mi ha accolta la responsabile spiegandomi che, purtroppo, avendo solo 3 settimane di tempo, non sarebbe riuscita ad insegnarmi ad usare tutti i programmi per effettuare delle prenotazioni, quindi avrebbe iniziato insegnandomi come funziona, in modo teorico, un’agenzia di viaggio.
Durante la prima settimana mi ha consegnato dei cataloghi con tutti gli itinerari in determinate destinazioni in modo che potessi capire come vengono strutturati. Invece, durante la seconda settimana, il titolare, mi ha spiegato come funziona il marketing, in particolar modo, la pubblicità.

Dopo di che, mi ha chiesto di svolgere un lavoro inerente, appunto, a questo. All’inizio della terza settimana, la responsabile che mi seguiva, mi ha mostrato tutti i programmi che loro utilizzano per le prenotazioni, senza però, come descritto prima, potermi insegnare ad utilizzarli per il poco tempo disponibile. Mi sono trovata molto bene e tutti i dipendenti sono stati cordiali e molto simpatici!

Il mio stage

La mia esperienza in hotel è stata piacevole e istruttiva, il primo giorno ho visitato l’hotel con il capo ricevimento che mi ha spiegato in generale come funziona l’hotel, e i ruoli che hanno i dipendenti. Dopo ho indossato la divisa scolastica e ho conosciuto il collega della reception e mi ha spiegato come “fare le chiavi” e come disattivarle quando un cliente fa il check-out, mi ha spiegato come compilare dei moduli, quando i clienti vogliono lasciare le valigie, a compilare al computer il check-in con il documento italiano e straniero (perché cambia), a compilare sempre al computer il mini-bar, a chiamare le governanti e chiedere le camere pulite e sporche e aggiornarle al computer.

I receptionist sono stati molto pazienti con me, se non capivo mi spiegavano anche 6 volte la stessa cosa, sono stati carini hanno capito l’imbarazzo e la ‘’paura’’ dei primi giorni, e hanno cercato di rendere sempre il lavoro meno noioso possibile.

Il mio stage

Ho effettuato lo stage nel periodo di Novembre in un’agenzia viaggi.

Non ero mai stata in un’agenzia di viaggi, soprattutto non sapevo che potesse essere un luogo cosi piccolo, le titolari erano due donne ed eravamo chiuse in quella stanza tutto il giorno e no, non è stata un’esperienza meravigliosa, loro erano bravissime e super preparate ad ogni cliente che arrivava vecchio o giovane che fosse.

In tre settimane mi hanno insegnato molto, mi hanno mostrato i loro archivi di prenotazione e i programmi più veloci e semplici che loro usano tutti i giorni per soddisfare i clienti, sinceramente non farei mai un lavoro dove sto chiusa tutti i giorni con altre due donne perché si è vero mi sono trovata bene all’inizio ma dopo un po’ stavo impazzendo, però è stata davvero una bella esperienza e probabilmente la rifarei ma impegnandomi di più, la mia colpa è stata quella che mi vergognavo un po troppo di fare domande e sapere le cose per quello non me la sono goduta appieno.

Come premio per il mio buon comportamento avrebbero voluto portarmi un giorno a Lione per vedere lo spettacolo bellissimo delle luci sui palazzi e i mercatini di Natale ma purtroppo sono stata male e non sono riuscita ad andare, consiglierei a tutti quest’angenzia perché davvero è organizzata su tutto.

Il mio stage

Ho svolto lo stage in un hotel a Torino , mi sono trovata molto bene sin dall’inizio anche se vivendo lontano dall’hotel ci mettevo un po’ ad arrivare.

Quando sono arrivata mi ha accolta il capo ricevimento che subito mi ha fatto fare il tour dell’hotel e ha iniziato a spiegarmi un po’ di cose sulle camere e in generale sull’albergo.

Successivamente sono andata alla reception e sono stata con il receptionist che mi ha insegnato a fare e smagnetizzare le chiavi delle camere.

Nei giorni seguenti, anche con altri receptionist, ho imparato a fare nuove cose come compilare vari moduli (tra cui quello di check-in), archiviare dei documenti, mettere a posto le fatture/ricevute, portare gli omaggi ai clienti e in alcuni casi accompagnarli in camera, chiamare i taxi e rispondere al telefono.

Sinceramente mi sono trovata molto bene con tutte le persone perché sono sempre stati molto gentili e soprattutto hanno avuto molta pazienza nell’insegnarmi le cose e poi sono stati simpatici non facendo risultare noioso o faticoso il lavoro.

Il mio stage

Ho partecipato all’ alternanza scuola-lavoro, presso un hotel. Durante il periodo di stage sono stata seguita dalla dipendente della mia tutor che si occupava del front office, contabilità e back office e mi sono trovata molto bene.

Il personale è stato molto accogliente nei miei confronti, e molto disponibile. Durante lo stage mi hanno assegnato diversi compiti come la comunicazione degli alloggiati online, la registrazione dei vari clienti, il check-in, il check-out, la scansione delle fatture, la compilazione di alcune fatture, compilazioni planning e a compilare i moduli dell’HACCP. Inizialmente mi affiancava per insegnarmi come si svolgevano i vari compiti, ma dopo pochi giorni sono riuscita ad eseguirli in modo autonomo.

Raramente quando avevo finito le varie mansioni andavo ad aiutare la governante. Personalmente mi sono trovata molto bene sia con la dipendente che con la mia tutor. Sono state molto gentili e pazienti. Io come hotel lo consiglierei per le future esperienze scuola lavoro perché ho imparato diverse cose.

Il mio stage

Nel mese di novembre ho lavorato come stagista per 3 settimane. È stata un’esperienza nuova e soprattutto molto interessante e utile per la mia formazione lavorativa. Mi hanno fatto lavorare principalmente in segreteria rispondendo alle email, preparando preventivi e facendo la contabilità. Sono stato contento del fatto che si siano fidati di me dandomi anche delle grosse somme di denaro da depositare in banca. Ho anche fatto dei lavori riguardanti l’HACCP.

Visto che sono dovuto rimanere sul luogo di stage 24 ore su 24, ho potuto constatare la gentilezza e la simpatia che tutto la staff ha avuto nei miei confronti, soprattutto nei primi giorni di stage. Hanno avuto sempre molta pazienza nello spiegarmi come funziona l’hotel.

Il mio stage

Dal 13 Novembre al 3 Dicembre 2017 ho effettuato un periodo di stage a Piobesi Torinese.

Durante questo periodo ho imparato molte cose: archiviare fatture e marche da bollo, creare tabelle con dati funzionali, sistemare e catalogare dossier e libri, revisionare alcuni lavori svolti dagli alunni della scuola, scrivere email. Ho anche aiutato i colleghi nei loro compiti quotidiani in particolare ho assistito il fotografo nella creazione di video e spot pubblicitari.

Tutte le persone che mi hanno seguito sono state molto gentili e disponibili e mi sono subito trovata bene con i colleghi.

Questa esperienza mi è stata molto utile perché, oltre ad avermi mostrato il mondo del lavoro, mi ha insegnato come lavorare in un team e le differenti mansioni d’ufficio.

Il mio stage

Nel periodo di novembre ho partecipato all’alternanza scuola lavoro nel Comune di Pancalieri.

Inizialmente l’alternanza mi sembrava noiosa e tal volta ripetitiva, ma con il passare del tempo iniziavano a insegnarmi cose nuove.

Il mio compito ogni mattina era smistare i buoni mensa e le ricevute dei pagamenti delle famiglie che versavano il denaro per la mensa dei propri figli nelle scuole di Pancalieri, nel resto della giornata trascrivevo le concessioni aziendali dal 1975 al computer è stato un lavoro molto lungo in 3 settimane ho trascritto 20 anni di concessioni.

Nei pomeriggi per non farmi stare tutto il giorno al computer mi affiancavano all’addetta alle liquidazioni la quale mi faceva mettere in ordine le fatture nei propri archivi in base alla data al tipo di pagamento e all’utilizzo di esso.

Altre volte stavo con il vigile che mi faceva ordinare le multe al computer, compilare i permessi per la fiera del paese e i permessi per il mercato ordinario del lunedì.

La parte più interessante per me è stata quella con l’addetta all’anagrafe, mi faceva scannerizzare le nuove carte di identità, era molto interessante.

Ho avuto un tutor molto disponibile e paziente, mi sono trovata molto bene è sicuramente un’esperienza che rifarei.

https://www.iisprever.gov.it/comprever/alternanza-prever/wp-content/uploads/sites/15/2017/10/scrittura_180x190.jpghttps://www.iisprever.gov.it/comprever/alternanza-prever/wp-content/uploads/sites/15/2017/10/scrittura_180x190-150x150.jpgpevertiStage Accoglienzaaccoglienza,stage­ Il mio stage Ho svolto la mia attività di scuola-lavoro in un comune. Ho fatto varie attività: sostegno ai miei colleghi, compilare diverse fatture al computer per l’acquisto di merci e la riordinazione delle tangenti dell’anno 2014 ricevendo i complimenti del mio datore di lavoro per il compito svolto. Mi sono...Alternanza Scuola Lavoro - A. Prever