Tempo di lettura: 2 minuti

Che cos’è il bullismo?

È semplice da spiegare. Una persona è prepotente quando compie ripetutamente azioni spiacevoli nei confronti di qualcuno che non riesce a difendersi. Si tratta di prepotenze, per esempio, quando un ragazzo o una ragazza:

  • sono presi in giro con cattiveria;
  • sono dette loro brutte parole e insulti;
  • ricevono colpi, calci,pugni e minacce;
  • sono rinchiusi, ad esempio in una stanza;
  • nessuno rivolge più loro la parola;
  • si raccontano storie non vere su di loro;
  • sono danneggiati i loro abiti, la loro cartella, i loro libri e quaderni;
  • sono obbligati a fare cose che non vogliono fare;
  • viene richiesto/preteso loro del denaro; o peggio ancora, subiscono molestie sessuali.

Dove può accadere?

bully-624747_960_720-300x194
Queste prepotenze possono accadere: dentro l’aula scolastica, durante l’intervallo, durante le lezioni, nel corridoio, nei bagni, in cortile o nel tragitto fra casa e scuola.

Quali possono essere le vittime?

Chiunque può esserlo, ad esempio, quelli che sono meno capaci di stare con gli altri, quelli che sono insicuri, quelli che hanno qualche difetto fisico o disabilità, stranieri, quelli che hanno atteggiamenti diversi dalle attese (per esempio,un maschio effeminato).

Se sei una vittima parlane!

I ragazzi non parlano con nessuno di questi episodi perché: si vergognano, hanno paura di non essere ascoltati o creduti, hanno paura di non essere capiti o sono stati minacciati se non tacevano.

Il silenzio protegge i bulli.

E se sei un bullo, ripensaci.

Approfondimento
Vedi il sito di istituto Bullismo e cyberbullismo: cosa fare.

Seguici su:
Letizia MCommunityBullismo,cyberbullismoChe cos'è il bullismo? È semplice da spiegare. Una persona è prepotente quando compie ripetutamente azioni spiacevoli nei confronti di qualcuno che non riesce a difendersi. Si tratta di prepotenze, per esempio, quando un ragazzo o una ragazza: sono presi in giro con cattiveria; sono dette loro brutte parole e...Una comunità scolastica attiva