Quando sentiamo parlare di blogger molte volte siamo propensi a pensare che sia un lavoro da nulla, dove si scrive il proprio pensiero, si mettono delle foto e poco altro.

Anche io devo dire che la pensavo così fino a quando non ho iniziato a scrivere per il nostro blog d’istituto, infatti ho avuto modo di capire che non è una cosa molto difficile una volta che ci siamo abituati ai procedimenti, è vero, ma dietro ad un articolo c’è molto lavoro da svolgere.

Per prima cosa bisogna trovare gli argomenti e se siete come me un po’ carenti di fantasia non è certo un’impresa semplice…
Chiedere consiglio ai professori oppure ai compagni di classe può essere molto utile nel trovare un pensiero di cui parlare.

Dopo il tema principale del nostro articolo dobbiamo cercare le parole esatte per scrivere in modo corretto, senza errori e ripetizioni, scrivendo in modo fluido e preciso per passare le informazioni che vogliamo dare al lettore senza risultare noiosi.

Molte volte per aiutarci nelle spiegazioni o anche solo per abbellire il nostro articolo possiamo inserire delle immagini o dei video, questo credo sia il lavoro che richiede più tempo, perché non possiamo prendere una figura e disporla sull’articolo così come la troviamo.

Prima di tutto bisogna ritagliarla, questo soprattutto se il soggetto che vogliamo appaia, è circondato da dettagli che non vogliamo far vedere, con poca utilità per l’articolo e che distrarrebbero l’attenzione di chi sta leggendo.

Per questo possiamo usare diversi programmi, ma è sufficiente Paint tra le applicazioni preinstallate del nostro computer, è possibile anche fare questo lavoro direttamente dal blog ma prima bisogna ridurre l’immagine, cioè togliere un po’ della definizione originale per rendere più veloci i caricamenti, per questo possiamo servirci dei programmi webresizertynypng che troviamo nella sezione “Supporto” della community assieme a tante informazioni e tutorial spiegati passo per passo utilissimi soprattutto se siamo alle prime armi con il blog.

Ne approfitto per dire che per ogni dubbio possiamo comunque rivolgerci ai professori addetti alla scrittura del blog per chiedere ulteriori spiegazioni ed informazioni.

Ma torniamo a parlare di immagini, se una foto è scattata con la macchina fotografica è possibile che i programmi sopra citati non riescano a svolgere il compito, per questo possiamo scaricare un programma come JPEGmini per ridurle prima e poi ancora una volta con i programmi suggeriti dal blog.

A questo punto la figura è pronta per essere caricata nella galleria della community, non deve superare i 500×300 pixel quindi possiamo, se non lo abbiamo svolto precedentemente con un programma, andare nella didascalia sotto l’immagine che ne riporta le dimensioni come per esempio 1800×1200 e scrivere un numero minore come prima dimensione, l’altra verrà calcolata automaticamente e apparirà al fianco, salviamo.

Ora le misure saranno quelle da noi decise.
Per ogni immagine dobbiamo scrivere una didascalia per l’articolo ed una per essere ritrovata sul blog.
Dopo aver terminato il nostro articolo possiamo mettere un’immagine principale, che apparirà nella schermata degli articoli sotto il titolo dell’articolo e aggiungere i tags che avranno modo di far apparire il nostro articolo più facilmente digitando solo le parole che abbiamo contrassegnato con il cancelletto nella barra di ricerca.

Il lavoro di scrivere potrebbe spaventare all’inizio, ma posso assicurare a tutti che dopo un paio di articoli avrete imparato ad usare molti strumenti del blog e del web e non vi sarà più difficile, anzi, vi piacerà.

Seguici su:
https://www.iisprever.gov.it/comprever/wp-content/uploads/2017/08/blog.jpghttps://www.iisprever.gov.it/comprever/wp-content/uploads/2017/08/blog-150x150.jpgSilvia SpigolonBlog studentiArticolo,blog,scrivereQuando sentiamo parlare di blogger molte volte siamo propensi a pensare che sia un lavoro da nulla, dove si scrive il proprio pensiero, si mettono delle foto e poco altro. Anche io devo dire che la pensavo così fino a quando non ho iniziato a scrivere per il nostro blog...Una comunità scolastica attiva