Tempo di lettura: 1 minuto

Come promesso ieri, pubblichiamo con piacere la trascrizione del primo premio del concorso di scrittura creativa “Scriviamo un Poe” 2018.

Si tratta del Sonetto di un demone sognante di Erik Campagnolo, della classe 2 G.

Il tema cui era dedicato il concorso, il sogno, viene svolto dall’autore in modo originale, anche formalmente (il sonetto è giunto alla giuria in una busta chiusa da ceralacca); egli non rinuncia a certe espressioni addirittura ermetiche, per esprimere la caccia demoniaca di sogni, speranze e desideri umani che si conclude con la vittoria del demone sognante.

Accenti di Baudelaire in una forma tra le più classiche della poesia italiana. Bravo Erik, aspettiamo altre tue opere.

 

Sonetto di un demone sognante

Bramante tra i palpiti del cuore

in cui dormiente non riesci a pensare

avvolto nelle vesti del torpore

il demone inizia a cacciare.

 

Caccia sogni, speranze, desideri

la morte in un pensiero costante

un bimbo oppresso nei suoi pensieri

ormai distrutti dal fumo vagante.

 

L’innocente risorto dall’incubo

s’alza dal letto sempre più pesante

meno l’emozioni da cuore infante.

 

Il demone ritorna trionfante

ottenendo ciò che ha sempre agognato

un’anima, un pensiero, un corpo.

Seguici su:
Paolo CavalloBlog studentiSocietà e culturademoneCome promesso ieri, pubblichiamo con piacere la trascrizione del primo premio del concorso di scrittura creativa 'Scriviamo un Poe' 2018. Si tratta del Sonetto di un demone sognante di Erik Campagnolo, della classe 2 G. Il tema cui era dedicato il concorso, il sogno, viene svolto dall'autore in modo originale, anche formalmente...Una comunità scolastica attiva